Celebrazioni penitenziali e Confessioni (Natale)

Zona Pastorale | Diocesi di Rimini

CALENDARIO CELEBRAZIONI PENITENZIALI

Lunedì 18 dicembre ore 21  a SAN RAFFAELE

Martedì 19 dicembre ore 21 a SAN GAUDENZO (per adulti)

Giovedì 21 dicembre ore 21 al CROCIFISSO

Venerdì 22 dicembre ore 21 a SAN GAUDENZO (per giovani)

Venerdì 22 dicembre ore 21 alla RICONCILIAZIONE



ESAME DI COSCIENZA

VITA CON DIO

La fede è una grazia di Dio per la quale dobbiamo ringraziarlo, ma è anche un dono che va accolto, preservato, difeso, fatto crescere e sempre più approfondito.

Dedico un po’ di tempo a riflettere su che cosa significa essere cristiano (= dire di sì a Dio), in famiglia, sul lavoro, di fronte ai problemi della società?

Che cosa faccio per conoscere meglio Gesù Cristo?

Leggo qualche volta il Vangelo?

Partecipo alla Messa festiva per testimoniare la fede incontrando i fratelli, per ascoltare la Parola dei Signore e ricevere il suo Corpo?

Ricevo consapevolmente e senza superficialità il Sacramento dell’Eucaristia e della Riconciliazione?

Vivo la domenica come “giorno dei Signore” oppure mi lascio travolgere dal lavoro, dalla sete di guadagno, dall’eccessivo divertimento?

Ho accusato o giudicato Dio per quelle cose che non sono andate come io volevo o sono stato capace di accogliere con fiducia la sua volontà?

Dedico, ogni giorno, un po’ di tempo alla preghiera per approfondire il mio incontro con Dio e per affidarmi a lui?

Prego solo quando ho bisogno di aiuto, oppure so anche ringraziare il Signore per i tanti segni e benefici dei suo amore?

Dedico qualche momento di “sosta prolungata” nella preghiera per non lasciarmi completamente assorbire dalle preoccupazioni della vita?

Insieme alla mia famiglia prego e ringrazio il Signore per la salute, il cibo, i figli?

VITA CON Il PROSSIMO

” Vi dò un comandamento nuovo, – dice il Signore – che vi amiate gli uni gli altri,, come io ho amato voi, così anche voi amatevi gli uni gli altri ( Gv. 13,34).

I miei sentimenti sono stati sempre rivolti ai bene dei prossimo o l’ho aiutato nelle difficoltà? Oppure sono stato scontroso, egoista, geloso, prepotente?

Ho insultato, offeso, calunniato qualcuno? Ho sentito il desiderio di vendicarmi?

Sono invidioso di ciò che gli altri hanno o sanno fare?

Aiuto il prossimo nel bisogno oppure spreco denaro in cose inutili o capricci?

VITA FAMILIARE

I miei genitori (figli) possono fidarsi di me? Li aiuto? Prego per loro? Sono aperto, disponibile al dialogo, paziente, ubbidiente?

Collaboro per il bene della famiglia, oppure faccio valere i miei diritti e il mio egoismo? Cerco di creare un clima sereno e gioioso, oppure scarico sugli altri le mie tensioni e  malumori?

Ho cercato di far crescere la mia famiglia secondo la volontà di Dio? Ho pregato insieme ai miei familiari? Ho parlato di Dio ai miei figli oppure con il comportamento e il linguaggio li ho allontanati da Dio?

Ho sempre accettato la vita nascente? Quale comportamento nei confronti degli anziani?

Ho tradito, anche solo con il pensiero e con il cuore, mio marito, mia moglie?

VITA PERSONALE

Mi accetto con i miei limiti e difetti e confido nel Signore che mi guarisce?

Ho saputo guidare con intelligenza e prudenza i miei pensieri, oppure mi sono fatto dominare dalle mie fantasie sessuali, dai miei desideri, dalle mie azioni?

Ho reso volgare la sessualità con un linguaggio scurrile, con discorsi o con films e giornali?

Ho cura delle mie cose e dell’ambiente che mi circonda?

So accettare critiche con umiltà rendendomi conto dei miei errori, oppure sono superbo e arrogante con chi mi corregge?

IMPEGNO SOCIALE

Mi sono sforzato di dare il meglio sul lavoro, oppure sono stato pigro, indolente, irresponsabile?

Mi sono impegnato, secondo le mie possibilità, a favorire il bene comune oppure ho favorito l’ingiustizia e la corruzione?

Ho fatto il mio dovere nei confronti di chi ha bisogno? Ho accolto iniziative a favore di poveri vicini e lontani, oppure sono rimasto indifferente?

IMPEGNO NELLA CHIESA

Sono cosciente di appartenere alla Chiesa (= famiglia dei figli di Dio)?

Ho partecipato alla vita della mia comunità parrocchiale, mettendo a disposizione un po’ del mio tempo e delle mie capacità?

Sento amore per la mia comunità ed ho accolto le iniziative di formazione e di carità  promosse dalla parrocchia? Ho pregato e promosso le vocazioni sacerdotali e religiose?

Ho criticato con cattiveria i laici che si impegnano in parrocchia, o altrove? Ho pregato per i Pastori della Chiesa: Papa, Vescovi, Sacerdoti, Religiosi (e)?